Codice Etico


Il Decreto Legislativo n. 231 è entrato in vigore il 4 luglio 2001. In questo Decreto, il Legislatore ha recepito nell’ordinamento Italiano quanto stabilito nelle convenzioni internazionali in materia di responsabilità delle persone giuridiche. Il Decreto ha introdotto un regime di responsabilità amministrativa a carico dell’Impresa, che si aggiunge a quella penale e civile della persona fisica che ha commesso il reato.

La previsione della responsabilità amministrativa di cui al Decreto, coinvolge, nella repressione degli illeciti penali ivi espressamente previsti, le Imprese che abbiano tratto interesse o vantaggio dalla commissione del reato. Solo se l’Impresa è in grado di dimostrare che ha adottato ed efficacemente attuato, prima della commissione del fatto, un "Modello di organizzazione, gestione e controllo" idoneo a prevenire i reati della specie di quello verificatosi, può essere ritenuta non responsabile del reato stesso. Ferrari srl ha quindi definito il proprio Modello, costituito da un insieme di procedure di controllo e di regole, alle quali devono attenersi le funzioni aziendali nello svolgimento delle attività. Elemento essenziale del "Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.lgs. 231/01" è il presente "Codice Etico", reso così pubblico e disponibile sia alle entità terze che ai dipendenti.

 

Download

Codice Etico FERRARI SRL .PDF,  17 pagine, 212 Kb
Modello di organizzazione, gestione e controllo.PDF, 115 pagine, 1 Mb